Pill 202

Tu conosci i miei pregiudizi, che dipendono dalla mia educazione, dalle mie origini, ma anche da una gerarchia di valori fondata su certi presupposti, io ero facilmente trattabile perché ero abituata a certi toni, a certi gesti, a certe tenerezze nei modi, e la brutalità con cui è stato violato tra l'altro il mio mondo, che era anche il tuo una volta, sarebbe bastata da sola a farmi impazzire. Infine, a causa delle mie origini, non ero assolutamente più, per così dire, trattabile. Non si può trattare sopra la mia testa. Non mi possono imporre usi che mi sono estranei e mi recano danno. Persino l'ambasciatore tailandese, che voleva spingermi a togliere le scarpe, ma tu conosci quella vecchia storia... Io non mi tolgo le scarpe. Non rendo pubblici i miei pregiudizi. Li ho. Preferisco magari spogliarmi completamente, fino alle scarpe. Se davvero una volta i miei usi lo esigessero, allora sarebbe così: butta tutto ciò che hai nel fuoco, fino alle scarpe.

(Ingeborg Bachmann - Malina, pag. 127, Adelphi 1a edizione)

Nessun commento: