Pill 175

Peymann: Mi sembra che i viennesi siano
pieni di odio
quando gli altri amano
mentre quando gli altri sono pieni di odio
essi amano
Questo non siamo ancora riusciti a saperlo mio caro Beil
Stanotte ho sognato
che il cancelliere federale Vranitky si è avventato su di me
e mi ha strozzato
e il ministro della cultura la signora Havlicek mi ha colpito in testa con  pugno degno di un muratore
e il borgostro Zilk mi ha dato un calcio
prima che svenissi
gli attori del Burgtheater mi hanno deriso
E lei mio caro Beil mi ha chiuso gli occhi
mi ha chiuso gli occhi Beil
e mi ha tappato la bocca
lei mi ha semplicemente tappato la bocca in maniera brutale
E' tutto l'anno che sogno
di essere ucciso
i viennesi si avvicinano da dietro
e mi uccidono
mi chiamano per nome e mi uccidono
mi spiano dappertutto
e mi colpiscono in testa
mi fanno lo sgambetto in tutti gli angoli possibili e immaginabili
e mi colpiscono in testa
il cancelliere federale Vranitzky mi riceve
è una trappola
il ministro per la cultura la signora Havlicek mi riceve
è una trappola
il presidente del sindacato mi riceve
è una trappola
ovunque sia andato
sono finito in trappola
sono andato in Austria
sono finito in una trappola
sono andato a Vienna
sono finito in una trappola
sono finito nella trappola del Burgtheater Beil
Lei non fa certi sogni Beil
Lei non sogna di essere ucciso dai viennesi

Beil: (che ha pulito i suoi occhiali e ha canticchiato il Quintetto della trota)
Naturalmente

Peymann: Cosa significa naturalmente
naturalmente
naturalmente sì
naturalmente no
Dio mio lei parla sempre la sua lingua da direttore artistico
parli una buona volta normalmente con me
Lei fa certi sogni oppure no
non viene ucciso da nessuno nei suoi sogni
può dormire tranquillamente
come se l'inferno di Vienna non la riguardasse

(Thomas Bernhard - Claus Peymann compra un paio di pantaloni e viene a mangiare con me e altri Dramoletti, pagg. 47-48. Ubulibri editore)

Nessun commento: