Pill 166

Ancora Spiderland, e nello specifico il finale di Good Morning, Captain.








Questo brano (e gran parte dell'album) è rappresentativo del dolore di McMahan per essersi trasferito dalla sua casa a Louisville per intraprendere una carriera musicale. Ha confermato che questi due versi ("Mi dispiace e mi manchi") si riferiscono ad aver lasciato il suo fratello minore a casa, consapevole che sarebbe stato costretto a subire la stessa triste adolescenza. 
Sul brano conclusivo dell'ultimo album degli Slint, McMahan narra di un capitano che ha perso tutto, con un finale esplosivo che ha spinto McMahan al limite prima che il gruppo si sciogliesse. 
Si tratta di un omaggio alla poesia di Samuel Taylor Coleridge La ballata del vecchio marinaio
Il brano presenta una struttura di chitarra a due corde, un "esile, stretto riff" dalla sezione ritmica e un ritmo "a scatti". 
Durante la registrazione del coro finale del brano, McMahan si è ammalato fisicamente per lo sforzo di urlare sopra le chitarre. 
David Peschek di The Guardian ha comparato Good Morning, Captain a Stairway to Heaven dei Led Zeppelin, scrivendo che "la straordinaria Good Morning, Captain è la Stairway to Heaven [degli Slint], se è possibile immaginare Stairway to Heaven sbiancata da ogni altisonanza". 
Dopo la registrazione, McMahan è stato descritto da Britt Walford come "fradicio di sudore”, e presumibilmente vomitò in seguito. 
Dopo che McMahan sforzò la propria voce per ottenere un suono più forte delle chitarre, si trattenne in ospedale.

(fonte: https://genius.com/7337616)

Nessun commento: