Deicide - Legion (1992)

La violenza in 29 minuti.
Talmente ripetitivo che ad un certo punto non capisci più a che brano sei, dove sei, chi sei.
Il suono dei Morrisound, ruvido, tagliente, spietato.
blast beat di Steve Asheim.
Il basso corposo e la voce demoniaca di Glen Benton.
Il resto sono loro, i fratelli Hoffman, con quell'incaponirsi in riff cervellotici, nevrotici, bestiali.

In mezzo a tanta idiozia lirica e scenica, i Deicide con Legion realizzano il secondo eppure già ultimo buon disco.
Leggermente inferiore al debutto ma ancor più efferato.
Repent to die mi sconvolge ogni volta.

Nessun commento: