Il coltello nell'acqua (di Roman Polanski, 1962)

Il coltello nell'acqua segna l'esordio in un lungometraggio per Roman Polanski e in esso sono già presenti molti degli elementi che costellano buona parte della filmografia successiva del regista polacco: il "trasformismo" e la trasformazione; l'approfondimento psicologico sull'identità e dunque sul ruolo; il ricorso ad una manciata di attori protagonisti; un oggetto apparentemente di poco conto elevato a motore nascosto dell'azione; la rappresentazione di una tensione costante non tanto legata all'azione quanto alla situazione. Il coltello fin dal titolo è il fulcro: potenziale arma di fuoriuscita da un'atmosfera asfissiante e collusiva. Il film si dipana su una fitta rete di dialoghi apparentemente insignificanti, prevalentemente "botta e risposta". La reiterazione di un subdolo, incessante attacco verbale è l'esercizio della rivendicazione della virilità dei due uomini agli occhi di Kristina. Lo sprezzante Andrzej, probabilmente insicuro nel proprio ruolo di marito, cerca di arrabattare un predominio di natura sociale sullo studente (o presunto tale). Quest'ultimo si mostra continuamente ambiguo e misterioso. Perchè dichiara di non saper nuotare? Sulla base di questa constatazione è possibile rimettere in gioco tutte le sue affermazioni. Kristina lo fa, ma cede all'attrazione. A questo punto attraverso un abile gioco di riflessi, sovrapposizioni e sostituzioni, il brillante script di Skolimowski traccia una linea di difficile decifrazione sull'attribuzione dei sensi di colpa che i personaggi a turno scagliano su ciascun altro. Lo studente seduce Kristina indossando un accappatoio di Andrzej. L'aria è densa di un erotismo celato che i due nudi di Kristina esaltano. Il personaggio interpretato da Elizabeth Hurley ne Il mistero dell'acqua della Bigelow sembra ispirarsi a questo carattere.
E' evidente la somiglianza con la prima parte di In pieno sole di Clement, di qualche anno precedente.

2 commenti:

visionesospesa ha detto...

Ciao Mauro, sono wizjoner. Ultimamente ho fatto un bel pò di cambiamenti e dopo un periodo di pausa quì su blogger, sono nuovamente attivo con un nuovo account che ho utilizzato per aggiornare il mio vecchio blog ad una versione fresca fresca e completamente nuova. Volevo dunque informarti che da ora utilizzerò sempre questo profilo per lasciare commenti.
Con il piacere di poter continuare a condividere questa esperienza e di averti magari ancora tra i lettori, ti auguro un buon proseguimento con il tuo blog :)
Salutoni e a presto!
P.S. Il Coltello nell'acqua devo rispolverarlo, ricordo comunque che mi fece una buona impressione.

M. ha detto...

Grazie! ti seguirò. A presto