Il gioco della guerra (di Mai Zetterling, 1962)

The war game è il primo corto di Mai Zetterling, attrice e regista svedese di cui purtroppo ben poco materiale è reperibile. Questo lavoro di 15 minuti non è parlato benchè non muto (il sonoro ha la sua importanza), e consiste nell'escalation di pericolo che assume un gioco tra bambini. Ripreso molto bene, mi ha colpito per l'allegoria politica che racchiude riguardo al "gioco" agli armamenti e l'irresponsabile ma consapevole atteggiamento verso il rischio di chi sperpera una quantità spropositata di denaro pubblico per rinvigorire il proprio potenziale militare. Il finale è meraviglioso. Premiato al Festival di Venezia nel 1962 nell'apposita categoria.


Nessun commento: