Pill 23

Leggo Il diavolo in corpo di Raymond Radiguet. Sfrontato e egoista, ma anche tenero e post-adolescenziale come All'ombra delle fanciulle in fiore di Proust o Novembre di Flaubert, da cui raccoglie anche l'uso della metafora per descrivere i movimenti interiori.


Quando non vi sono legami solidi, per perdere di vista una persona basta un appuntamento che vada a vuoto una volta. A forza di pensare a Marta, ci pensai sempre meno. Il mio spirito faceva come fanno gli occhi colla tappezzeria della nostra camera. A forza di vederla, non la vedono più.

Cosa incredibile! Avevo perfino preso gusto al lavoro. Non avevo mentito come avevo temuto di fare.
Quando qualche cosa, che veniva dall'esterno, mi obbligava a pensare meno passivamente a Marta, ci pensavo senz'amore, con la malinconia che si prova per quello che avrebbe potuto essere. << Bah! >> mi dicevo, << sarebbe stato troppo bello. Non si può contemporaneamente scegliere il letto e coricarvisi dentro. >>

Nessun commento: