Skepticism - Ethere (1997)


From silence and anything
To silence and nothing
Is the path of final solitude


Flusso di coscienza, di parole, di significati, a mo’ di marcia funebre. The March and the stream è il brano più significativo degli Skepticism e racchiude la bellezza crudele del senso della loro musica.
Sette minuti e mezzo di bradicardica, estenuante, ripetitiva marcia, prima del singulto finale.
Aether contiene delle timide linee di basso e nel finale una chitarra acustica, mentre Chorale un intro meravigliosamente melodico. Questi gli elementi di novità rispetto a Stormcrowfleet.
La tastiera di Eero che riproduce la solennità dell’organo, i sussurri di Matti, il suono granitico della chitarra di Jani.
Gli Skepticism hanno creato un sound post-apocalittico, surreale, etereo. Pesantezza e levità all’unisono.

Nessun commento: