Mogwai - 4 satin ep (MCD, 1997)




Satin 4 EP è un mini da 30 minuti, più o meno.
Feedback a palla.
L’uscita più sperimentale dei primi Mogwai.
Non si capisce se siano tre brani scartati dal successivo primo album, o ancora materiale vecchio (si fa per dire) inedito. A giudicare dalla qualità propendo decisamente per la seconda ipotesi.
Non ho ascoltato Ten Rapid (che è uscito poco prima, sempre nel 1997…che confusione) ma quel che salta alle orecchie ascoltando questi tre brani è una certa mancanza di spessore dei brani.
Lunghe digressioni attraverso un riffing spesso ripetitivo e malinconico, che convoglia verso un punto di rottura rappresentato dall’irruenza delle chitarre elettriche; campionamenti e distorsioni onnipresenti.
Una voce, del solito Aidan Moffat, che è poco più che un’aggiunta al secondo brano Now you’re taken.
Tutto ciò è indubbiamente…Mogwai! Ma questi tre brani non lasciano traccia.
Anche la registrazione (anzi, le registrazioni, giacchè stando ai crediti ci sono in ballo due studi e ben tre ingegneri del suono diversi!) non è il massimo.
Oltretutto il finale di Stereodee è talmente gravido di feedback da sfiorare il limite di sopportazione.
Un dischetto strano, quasi inclassificabile.
Di certo non lo ascolto spesso e non lo consiglio assolutamente a chi vuol conoscere il gruppo.

Download

Nessun commento: