Mar de grises - First river regards (2009 - ristampa del demo del 2000)




Tra il secondo e il terzo album (appena uscito) i Mar de grises attraverso la loro ormai ex etichetta Firedoom (una costola della finlandese Firebox) portano alla ribalta il loro unico demo di cui è rimasta traccia (ne fecero altri due in presa diretta) e che permise loro di strappare il primo contratto discografico.
E’ un demo che girava sulla rete già da molti anni.
Le versioni primordiali di Storm e Recklessness, finite poi sul loro album di debutto, denotano una vena molto più doom rispetto all’arrangiamento e la scelta del suono utilizzato su The tatterdemalion express.
Pur con una registrazione scadente, questa ristampa porta alla luce quattro brani di qualità, che testimoniano come fin dagli albori i cinque cileni intendevano proporre una forma di doom alternativa, molto atmosferica e epica, sicuramente influenzata da maestri del genere ma ricca di contaminazioni derivanti da altre sonorità.
Gli altri due brani sono l’omonima Mar de grises e For just an eternity.
Ho una predilezione particolare per quest’ultima fin da quando facevo corrispondenza con Olec molti anni fa; mi colpì il modo di cantare e l’uso sinfonico della tastiera nella parte finale.
Direi che vale l’acquisto di questa edizione in digipack ecologico (cartone riciclato) anche solo per questa struggente, epica traccia conclusiva.
Il disco dovrebbe contenere anche due tracce video relative al tour europeo del 2005. Scrivo dovrebbe perché non sono riuscito a vederle con alcun tipo di lettore.

Download

Nessun commento: